Ricerche


PROGETTO IRREFLUI

Progetto finanziato dalla Regione Veneto nell'ambito del "Piano per la prevenzione dell'inquinamento e il risanamento  delle acque del bacino idrografico immediatamente sversante nella laguna di Venezia - Piano Direttore 2000" - Scheda Progetto C5 "Gestione delle pratiche agricole: incentivazione all'innovazione ambientale ecocompatibile in agricoltura nel Bacino Scolante in Laguna di Venezia"

Responsabile del Progetto: dott. G. Chillemi - Veneto Agricoltura

Referente per il Dipartimento TESAF: dott.ssa L. Bortolini


 

Sistema a basso impatto ambientale per la distribuzione dei reflui zootecnici su mais irriguo

 

Introduzione

Il progetto mira a valutare l’applicabilità di una nuova tecnica di gestione e distribuzione dei reflui zootecnici abbinati all’irrigazione (fertirrigazione) su mais con coltura in atto.

La sperimentazione prevede l’allestimento di due appezzamenti contigui, dei quali uno irrigato a pioggia con metodo tradizionale e l’altro con un’attrezzatura semovente dotata di un’ala piovana modificata per la distribuzione sul suolo di acqua irrigua e reflui. All’inizio del progetto si procederà alla caratterizzazione climatica, idrogeologica, pedologica e agronomica del sito, con analisi del terreno (contenuto di sostanza organica, azoto nitrico, azoto totale e tessitura). In seguito saranno periodicamente effettuati prelievi di acqua di percolazione con microlisimetri per valutare il contenuto di azoto nitrico, al fine di individuare eventuali differenze nei rilasci di azoto verso la falda tra le due tesi e sarà monitorata l’aria al fine di valutare la presenza di cattivi odori. L’uniformità di distribuzione dei due sistemi e i volumi irrigui utilizzati saranno comparati, così come la risposta produttiva della coltura; inoltre, al termine del progetto si analizzerà l’eventuale convenienza economica del passaggio al nuovo sistema d’irrigazione in base ai costi e ai benefici.

 

Obiettivi del progetto.

Confronto tra sistema irriguo tradizionale con irrigatori di media gittata e sistema che impiega un’ala piovana dotata di tubi di caduta per la distribuzione diretta di acqua e reflui (fertirrigazione) sulla superficie del suolo; si valuteranno eventuali differenze relative a:

-        uniformità di distribuzione;

-        rilasci di azoto nelle acque di percolazione;

-        risposta produttiva della coltura;

-        analisi costi/benefici;

-        inquinamento dell’aria da odori sgradevoli.

 

Descrizione del sito di studio:

La sperimentazione verrà effettuata su un appezzamento di circa 2.2 ettari di superficie, che verrà suddivisa in due parti: su una fascia larga 25 metri e lunga circa 160 metri verrà fatta avanzare l’ala piovana, mentre nella restante superficie verrà installato un impianto pluvirriguo fisso ed eseguito il normale spargimento delle deiezioni zootecniche (vedi disegno).

 

 

 

Fasi del progetto:

1.      Studi preliminari: organizzazione della sperimentazione con assegnazione dei compiti di ciascun partner.

2.      Allestimento appezzamenti: allestimento degli appezzamenti; installazione della strumentazione per la rilevazione dei dati (pluviometri, pozzetti per rilevatori di umidità del suolo, captatori, microlisimetri, ecc.)

3.      Predisposizione e verifica funzionalità delle  attrezzature: predisposizione e verifica della funzionalità dell’attrezzatura per la distribuzione localizzata; installazione del sistema di trattamento dei reflui zootecnici, verifica della funzionalità

4.      Esecuzione di monitoraggi in campo: raccolta diretta in diversi periodi dell’anno dei parametri relativi allo stato del suolo, delle acque di percolazione e ruscellamento, dell’aria e della produzione colturale. Rilievo dati climatici e pedologici, profilo superficiale del terreno, volumi di adacquamento, uniformità di distribuzione. Prelievi periodici delle acque di percolazione e ruscellamento con relativa analisi del contenuto di azoto. Monitoraggio sulle emissioni di odori e ammoniaca nell’aria. Valutazione delle modalità di trattamento dei reflui prima della distribuzione in campo e/o dell’immissione nel sistema di distribuzione fertirriguo.

5.      Elaborazione dei risultati: elaborazione dei dati raccolti, analisi dei risultati, valutazione economica dei risultati

 


Attività:

Relazione presentata al Convegno Internazionale "Innovation Technology to Empower Safety, Health and Welfare in Agriculture and Agro-food Systems" Ragusa, 15-17 settembre 2008

 


Collaborazioni:

Consorzio di Bonifica “Pedemontano Bretella di Pederobba”