Tiziano Tempesta - Dipartimento del Territorio e dei Sistemi Agro-Forestali
English
Tiziano Tempesta

Tiziano Tempesta

  • tiziano.tempesta@unipd.it
  • tel uff: +39 049 827 2762
  • mobile: +39 328 4476423
  • fax: +39 049 827 2703
  • ricevimento: su appuntamento (tramite e-mail)
  • Stanza 3009 I Stecca III Piano
  • Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali
    Agripolis - viale dell'Universita', 16
    35020 Legnaro (PD)
    Italy
 

Home

“Costruire, significa collaborare con la terra, imprimere il segno dell'uomo su un paesaggio che ne resterà modificato per sempre; contribuire inoltre a quella lenta trasformazione che è la vita stessa delle città”
(M. Yourcenar - Memorie di Adriano)

 

“Molto è già stato trovato, ma quello che è ancora da trovare è di più. E questo significa altro lavoro per le nuove generazioni”
(B. Brecht - Vita di Galileo)


In evidenza

 

Alla ricerca del paesaggio palladiano. Un’indagine sul paesaggio delle ville venete in età contemporanea

Le ville venete costituiscono una componente fondamentale del patrimonio storico e culturale del Veneto e la loro importanza è stata riconosciuta dall’UNESCO che tra il 1994 e il 1996 ha inserito 24 ville di Andrea Palladio tra il patrimonio dell’umanità. La loro diffusione nel territorio, iniziata nel Quattrocento, ha interessato larga parte della regione contribuendo profondamente alla definizione delle caratteristiche del suo paesaggio. Le ville nel pensiero di Andrea Palladio erano fortemente integrate nel paesaggio circostante che con esse costituivano un unicum inscindibile. Lo scopo di questo libro è duplice: da un lato si è cercato di verificare quali fossero le caratteristiche del paesaggio in cui le ville vennero edificate e dall'altro si è cercato di comprendere quali trasformazioni abbia subito specialmente in epoca contemporanea. Per quanto riguarda il primo aspetto, dopo aver analizzato le fonti catastali veneziane della metà del Cinquecento, è stata svolta un'approfondita ricognizione delle opere dei pittori veneti che ha consentito di individuare quali fossero le principali caratteristiche paesaggistiche della regione a quell'epoca. Nella seconda parte dell'indagine è stato analizzato l'uso del suolo nei pressi delle ville ancora oggi presenti da cui si è potuto constatare che mediamente la percentuale del suolo artificializzato nel raggio di 500 m dalle ville è da 3 a 4 volte superiore a quella media regionale. Nel tentativo di comprendere quali fattori possano aver condotto ad una così profonda trasformazione del paesaggio delle ville venete, sono state analizzate le trasformazioni dell'uso del suolo nei pressi delle 24 ville di Andrea Palladio tutelate dall'UNESCO dall'inizio dell'Ottocento ai giorni nostri. Ne è emerso che in più della metà delle ville palladiane la dispersione insediativa iniziata negli anni Sessanta e proseguita fino ai giorni nostri, ha irrimediabilmente degradato il paesaggio in cui esse originariamente si inserivano. Scarica il libro

 

Il nuovo piano casa della regione Veneto

La regione Veneto ha di recente promulgato il nuovo piano casa, ampliando i casi in cui è possibile effettuare interventi edilizi in difformità rispetto alle previsioni dei piani urbanistici e dei piani ambientali dei parchi. Alla base di tale scelta vi sarebbero i positivi effetti economici del primo piano casa varato nel 2009. Ma come sono andate veramente le cose? I dati pubblicati dall'ISTAT per i primi tre anni operatività del piano pongono in evidenza una realtà molto diversa. Vai all'articolo

 

Ridurre il consumo di suolo: alcune proposte

Al Consiglio Regionale del Veneto sono stati presentati due disegni di legge per l'attuazione di politiche in grado di garantire in futuro il contenimento del consumo di suolo. Un'analoga iniziativa è stata adottata dal Consiglio dei Ministri. Tali progetti di legge costituiscono un importante cambiamento culturale dei nostri amministratori riguardo alle politiche territoriali, ma presentano alcuni limiti che potrebbero vanificarne l'efficacia. Vai all'articolo

 

 

Altri articoli su questi temi si possono leggere nella pagina "Pubblicazioni scaricabili"